IC BETTI

Camerino, la realtà virtuale rianima il centro storico

Print Friendly, PDF & Email
  •  
     
    Difficile ripercorrere le vie del centro storico di
    Camerino, “zona rossa” da più di tre anni, ma missione
    non impossibile per i piccoli alunni della classe 2° della
    scuola primaria U. Betti.
    Grazie all’aiuto della tecnologia e ad un pizzico di
    fantasia dei piccoli cittadini camerti è stato possibile
    ripercorrere virtualmente le strade della città.
    Se per alcuni di loro è riaffiorato qualche vago ricordo,
    pensiamo che nel periodo del sisma, ottobre 2016,
    erano piccolissimi, per altri è stato come andare per la
    prima volta in “quella città”, come l’hanno definita loro.
    Il lavoro svolto rientra nel progetto di adeguamento e
    sviluppo tecnologico promosso dal MIUR e reso
    possibile dall’utilizzo di materiale tecnologico di
    nuovissima generazione di cui la scuola dispone, grazie
    anche a importanti donazioni, e che utilizza nella
    didattica quotidiana.
    In classe abbiamo utilizzato Tour Creator, una
    piattaforma online per la realizzazione di tour virtuali,
    creando un tour della città di Camerino, grazie all’utilizzo
    di immagini a 360° trovate su Google Maps.
    Dopo aver caricato le immagini e descritto le principali
    vie del centro, il lavoro è stato pubblicato su Poly, una
    piattaforma di lavori virtuali, per poterlo rendere fruibile a
    tutti gli interessati.
    Successivamente gli alunni hanno utilizzato i visori
    Oculus Go, sempre in dotazione della scuola, per
    immergersi completamente nella realtà virtuale
    precedentemente programmata (coding e pensiero
    computazionale).
    Durante questa passeggiata virtuale i ragazzi si sono
    soffermati in particolar modo ad ammirare Piazza
    Cavour con il Duomo, il Corso Vittorio Emanuele II, il
    Palazzo Comunale, il Teatro Marchetti, San Filippo, il
    Pincetto, e poi via Lili fino al vecchio edificio scolastico,
    la chiesa di Santa Maria in Via ed infine la Rocca.
    Al termine di questo lavoro tutti gli alunni hanno
    espresso il desiderio di poter ritornare, nel più breve
    tempo possibile, ad animare il centro storico della nostra
    Città.